Parcellare a ore o forfait: cosa conviene ai commercialisti?

È meglio parcellare o optare per il forfait? Scopri cosa conviene ai commercialisti e, più in generale, ai professionisti.

È meglio parcellare a ore o optare per un forfait nello studio professionale?

Nel mondo dello studio professionale, una delle questioni più dibattute riguarda il metodo di parcellazione da adottare: parcellare a ore o optare per un forfait? Entrambe le opzioni presentano vantaggi e svantaggi

La scelta dipende, quindi, dalle preferenze personali e dalla strategia di business di ciascun professionista

In questo video-articolo, esamineremo le diverse prospettive su questo tema e cercheremo di individuare quale metodo potrebbe essere più convincente per i commercialisti e più in generale tutti i titolari di studi professionali.

Parcellare a ore o forfait: la convinzione personale come criterio di scelta

La metodologia di parcellazione scelta dovrebbe ispirare fiducia e convinzione nel professionista stesso. Infatti, se si è convinti della validità di un metodo, risulterà più semplice spiegarlo ai clienti. Alcuni preferiscono il modello tariffario orario e, quindi, parcellare a ore. Altri trovano più appropriato vendere la qualità del risultato ottenuto attraverso il proprio lavoro anziché il tempo impiegato. La scelta dipende dalle preferenze individuali e dalla percezione del valore offerto.

Parcellare a ore: aspetti da considerare:

Sebbene parcellare a ore possa sembrare una soluzione naturale, soprattutto in confronto al forfait, presenta alcune criticità. Ad esempio, devi registrare in modo accurato tutte le ore svolte e potrebbe non essere sempre facile individuare le ore fatturabili. Inoltre, la trattativa con il cliente non viene esclusa solo perché si è concordato un compenso orario. La negoziazione rimane un elemento sempre presente nelle relazioni commerciali, indipendentemente dal metodo di parcellazione scelto.

Forfait come possibile soluzione

Il metodo del forfait può apparire come una soluzione interessante, soprattutto se si riesce a raggiungere un accordo con il cliente. Tuttavia, è importante notare che questo non è sempre possibile a livello globale. La capacità di concordare un forfait con successo dipende dalla natura del rapporto con il cliente e dalla capacità di creare un'atmosfera positiva. Se si desidera evitare del tutto il problema della trattativa, l'unico modo è scegliere lavori che non coinvolgano direttamente il cliente.

Gestione del rapporto con il cliente

Nel contesto di uno studio professionale, la gestione del rapporto con il cliente è inevitabile. A meno che non si decida di affidare questa responsabilità a un'altra persona, la negoziazione rimane una parte fondamentale dello studio professionale. 

Puoi considerare l'opzione di assumere un professionista specializzato nella gestione dei clienti, che potrebbe essere una scelta valida. Tuttavia, in generale, la trattativa con il cliente non può essere evitata completamente.

In conclusione, è meglio parcellare a ore o optare per il forfait?

Sia il lavoro secondo una tariffa oraria che il forfait possono funzionare a seconda delle esigenze dei professionisti e dei desideri dei clienti. Nel caso del forfait, devi trovare un modo per garantire il rispetto delle ore preventivate e gestire eventuali deviazioni. 

In conclusione, la scelta del metodo di parcellazione dipende da:

preferenze personali, da:

  • preferenze personali;
  • natura del lavoro svolto;
  • capacità di negoziare con i clienti.

L'importante è trovare un equilibrio che consenta di governare lo studio in modo efficace e soddisfare le esigenze dei clienti.

Vuoi aumentare i margini del tuo studio e acquisire nuovi clienti?
>> Compila il questionario e scopri le tue aree di miglioramento!

Losi Lorenzo

Founding Partner e Consulente Strategico BDM Associati

Vedi tutti gli articoli

Scopri i numeri del tuo studio e inizia la tua crescita!